Posts Tagged ‘Pascale Queval’

h1

073i 2016-02-01, Il Trionfo dell’Amnesia

February 1, 2016
Il Trionfo dell' Amnesia di Pascale Queval

Il Trionfo dell’ Amnesia di Pascale Queval

English

Vivere con Pascale non è noioso, spero che lei possa dire la stessa cosa a mio proposito.

Ed io? Mi coinvolgo anche se poi alla fine sono quello che mette il chiodo nel muro.

Questa volta si è cimentata in un’eterna battaglia e ce l’ha raccontata in una maniera nuova e apocalittica.

Non abbiamo scampo: l’Amnesia, la Demenza e Alzheimer, le tre orribili sorelle del 21simo secolo ci aspettano, implacabili. Queste tremende malattie cecamente colpiscono tutti, non fanno differenza fra ricchi e poveri, fra bianchi e neri, fra uomini e donne, come la peste del medioevo, senza pietà.

Pascale per questo lavoro ha trovato l’ispirazione nel dipinto (1592) “Il Trionfo della Morte” di Pieter Bruegel il Vecchio che ci getta nell’abisso della paura della Peste Nera dell’Europa Medioevale. Il Trionfo dell’Amnesia è una visione panoramica di quella che una volta era una terra amena e tranquilla che si è mutata in caos. Nel dipinto di Bruegel una falange di scheletri guidata dalla Morte stessa distrugge tutto al suo passaggio, il mondo non sarà più quello che conoscevamo. Non sappiamo da dove vengano queste creature mostruose ma sappiamo che ci divoreranno, sono implacabili. E noi abbiamo perso il controllo di tutto. Non ci sono argini che possano contenere l’attacco.

Amnesia, Demenza ed Alzheimer sono una costante terrificante minaccia che incute terrore nella nostra società. Se qualcuno non può ricordare un nome, un piccolo fatto della vita quotidiana, lo spettro di Alzheimer subito compare nella nostra mente, sembra aspettare al largo, pronto a sbarcare su quelle spiagge un tempo ubertose e tranquille. I granchi a ferro di cavallo sono stati chiamati anche fossili viventi, non si sono evoluti da 450 milioni di anni. Loro sono la nostra più vecchia memoria, i più antichi testimoni del nostro mondo ritornano per portarci via. Quei granchi addormentati si sveglieranno da quel sonno di 450 milioni di anni per riprenderci per annientare, per polverizzare la nostra identità, la nostra storia e tutto quello in cui noi basiamo le nostre certezze.

Alla fine saremo come King Lear, sconfitto, vecchio e pazzo, e nessuno udirà le nostre suppliche.

Marblehead, 1 febbraio 2016

Ho recentemente pubblicato il libro “M’Arcordo…Storie Borghesi” che può essere acquistato nelle librerie di Sansepolcro. Questo è un breve filmato dell’inizio della presentazione del libro avvenuto nella sala consiliare (quella che io chiamo “sala del biliardo”) del Comune di Sansepolcro, 25 aprile 2015.

presentazione del mio libro M’Arcordo… 

 Il mio blog fotografico https://1dailyphoto.wordpress.com/

E questo è il sito dedicato al http://il-dottore-fotografo-alla-grande-guerra.com/

h1

073e 2016-02-01, The Triumph of Amnesia

February 1, 2016
The Triumph of Amnesia by Pascale Queval

The Triumph of Amnesia by Pascale Queval

Italiano

Living with Pascale is not boring, I hope that she can say the something about me. Her artistic projects are always creative and she capable to narrate and old story in a very new way.

And I? I get involved and I love it even if I am just the one who hummer the nail into the wall.

This time she confronted an eternal battle in a new apocalyptic way.

There is no escape from Amnesia, Dementia and Alzheimer’s, the three horrific sisters of our 21st century society. These diseases strike blindly everyone and anyone. They don’t discriminate between rich and poor, black and white, man and woman, just like the plague in the middle age, they touch all of us

Inspired by the 1562 painting The Triumph of Death, Pieter Bruegel the Elder’s took on the ever-present threat of Black Death in medieval Europe, The Triumph of Amnesia is the panoramic view of a once beautiful and peaceful land turned into chaos. In Bruegel’s painting an army of skeletons, led by Death itself, destroys the world as we know it. We don’t know where they come from but we know that they are taking all of us with them. We have absolutely no control on the situation. The invasion is unstoppable and systematic.

The fear of Amnesia, Dementia and Alzheimer’s is ever present in our society. If someone can’t remember a name or any other trivial everyday life fact, the specter of Alzheimer’s is immediately brought up. Alzheimer’s is in our mental landscape, waiting off shore for a full landing. Its horseshoe crabs, like armored cars will penetrate and infiltrate slowly our brain cells and destroy them. Horseshoe crabs are called living fossils because they haven’t evolved since their first appearance 450 million years ago. They are our oldest memory, the oldest witness of our world, coming to take us away. The dormant horseshoe crabs will resurface from their 450 million years ocean depth and claim our memories back, shredding into pieces our identity, our history, our relationships, and the solid facts we based our certitudes on.

We will be left like King Lear, defeated poor old fools, and our plea will remain unheard.

 Marblehead, 1 February 2016 

Ho recentemente pubblicato il libro “M’Arcordo…Storie Borghesi” che può essere acquistato nelle librerie di Sansepolcro. Questo è un breve filmato dell’inizio della presentazione del libro avvenuto nella sala consiliare (quella che io chiamo “sala del biliardo”) del Comune di Sansepolcro, 25 aprile 2015.

  Presentazione del Libro M’Arcordo…

 Il mio blog fotografico https://1dailyphoto.wordpress.com/

E questo è il sito dedicato al http://il-dottore-fotografo-alla-grande-guerra.com/