h1

004 1980-02 Guatemala, il mendicante di Chichicastenango

May 29, 2010

Guatemala, il mendicante di Chichicastenango

Penso che fu Mary-Jo che mi disse che dovevo essere a Chichicastenango di domenica; ed al mattino, prestissimo, sarei dovuto andare nella piazza del mercato quando gli indios Maya vanno alla prima messa.

 

Prima d’entrare nella piazza sentii un forte odore d’incenso assieme a quello di resina. La scalinata semicircolare di pietre un po’ inregolari che porta all’ingresso della chiesa di Santo Tomás era coperto di fiori e di barattoli dove bruciavano l’incenso. Altri fedeli accendovano  candele ovunque. Una gran folla dai vestiti tradizionali pieni di colori si accalcava per entrare in chiesa. Anch’io sono entrato. All’interno era difficile respirare per il fumo dell’incenso, e non son rimasto a lungo.

Questa chiesa fu costruita sulle rovine d’un tempio Maya, e le cerimonie credo siano cattoliche framischiate con antichi rituali.

Ho preferito poi vagare per il mercato. Era un mercato vero per la gente dl posto e di turisti, come me, non ce n’erano molti.

Fu proprio allora che vidi questo mendicante. Non ne avevo mai visto uno che andava in giro portandosi dietro un seggiolino, anche lui voleva star comodo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: